Scavi a Cafarnao

Edward Robinson (1794-1863)

Le antiche rovine di Talhum sulle sponde del lago di Kinneret furono indagate nel 1838 dall’americano Edward Robinson (1794-1863), attratto dalla nascente archeologia biblica d’ispirazione protestante. Lo studioso della Palestina identificò i resti della pregevole sinagoga senza associare le rovine alla Cafarnao evangelica.

 

Charles William Wilson (1836-1905)

Nel 1866, un altro archeologo viaggiatore, l’inglese Charles William Wilson (1836-1905) operò un piccolo saggio di scavo dentro la sinagoga che non restituì molti indizi sulla esatta planimetria dell’edificio. L’archeologo fu il primo a proporre di identificare il villaggio di Talḥum con Cafarnao.

C.Watzinger (1877-1948)

La prima esplorazione archeologica a Cafarnao dopo che la Custodia di Terra Santa ne acquistò le rovine nel 1894, fu fatta dalla società tedesca Deutsche Orient-Gesellschaft e fu diretta dai professori H.Kohl (1877-1914) e C.Watzinger (1877-1948) nell’area della Sinagoga. I due archeologi erano i due massimi esperti di sinagoghe del Vicino Oriente.

 

fra Wendelin von Menden (1851-1921

Il monumento non venne esplorato interamente in quell’anno 1905 e perciò la Custodia riprese subito dopo lo scavo affidandone la direzione a fra Wendelin von Menden (1851-1921), che non solo completò lo sterro della Sinagoga, ma estese le ricerche negli anni seguenti, a tutta la zona ad occidente della sinagoga.

P.Gaudenzio Orfali ofm (1889-1926)

Con lo scoppio della prima guerra mondiale gli scavi vennero sospesi e non furono ripresi che nel 1921 e nel 1926 dal P.Gaudenzio Orfali ofm (1889-1926), il quale scoprì le rovine della basilica bizantina e gli edifici dello stesso periodo compresi fra l’ottagono e la sinagoga. Il P.Orfali ebbe il grande merito di pubblicare una monografia sugli scavi della sinagoga e sui ritrovamenti effettuati nel 1921. Con la morte prematura di P.Orfali venne sospesa ogni esplorazione sistematica a Cafarnao.

 

P.Virgilio Corbo ofm (1918-1991) e P. Stanislao Loffreda ofm

Nel 1968, dopo quasi cinquan’anni, la Custodia di Terra Santa riprese l’eplorazione delle rovine di Cafarnao e nella stessa circostanza anche le rovine della chiesa del Primato di Pietro a Tabga. Gli scavi vennero affidati a P.Virgilio Corbo ofm (1918-1991), affiancato dal giovane collega P. Stanislao Loffeda ofm.
Dal 1968 al 1986 p.Corbo con p.Loffreda diresse ben diciannove compagne di scavo e dal 2000 al 2003 altre quattro furono guidate da p.Loffreda coadiuvato dal team di archeologi dello Studium Biblicum Franciscanum.